Sir Anthony Blunt in The Crown: qual è la vera storia?

Wikimedia Commons/GettySir Anthony Blunt e la regina Elisabetta II

Sir Anthony Blunt era una spia in casa della Regina e, sì, la storia è vera.

La corona La terza stagione inizia con i sospetti della regina Elisabetta II che spie russe si siano infiltrate nelle più alte sfere del governo britannico (Attenzione: ci saranno spoiler per La corona , Stagione 3, episodio 1 in questo articolo.)



Nel primo episodio della nuova stagione, trasmessa in streaming su Netflix il 17 novembre 2019, la regina Elisabetta II (interpretata ora da Olivia Colman) sospetta che il primo ministro Harold Wilson sia una talpa. Siamo negli anni '60 adesso, e la paranoia comunista era al suo apice. Il principe Filippo (Tobias Menzies) racconta alla regina delle teorie cospirative che ha sentito a un pranzo.

Entro la fine dell'episodio, il direttore dell'MI5 spegne i sospetti della regina su Wilson, dicendo che, sebbene ci siano stati chiaramente tentativi da parte del KGB di reclutare Wilson mentre era in missione commerciale in quel paese, le prove erano deboli che ci fossero riusciti. Tuttavia, si scopre poi che c'è una talpa diversa, questa a Buckingham Palace nientemeno. È Sir Anthony Blunt, il geometra della Regina.

è morto il vecchio sulle stelle dei pedoni?

Lo spettacolo di Netflix mostra la regina e il principe Filippo che tollerano Blunt dopo che i servizi di intelligence britannici hanno deciso che è meglio non farli fuori. Non vogliono l'imbarazzo o il peggioramento delle relazioni con gli americani, quindi la regina accetta di stare al gioco. Philip affronta Blunt solo per essere ricattato sull'affare Profumo , lo scandalo sessuale di spionaggio russo che aveva rovesciato un primo ministro conservatore.

Tuttavia, la storia di Blunt era vera? Era davvero una spia sovietica, ed era reale? Le risposte sono sì.

Ecco cosa devi sapere:


Blunt, un cugino della regina, ha ammesso di essere una spia russa

GettyLa regina Elisabetta II posa con il principe Edoardo, 13 giugno 1964 a Londra.

È una storia vera. Blunt, anche lui un lontano cugino della regina, fu reclutato, secondo Radio Times, essere una spia russa mentre studiava a Cambridge e ha passato informazioni a gestori russi. Faceva parte di un giro di spie noto come i Cambridge Five. La regina venne a sapere del suo spionaggio negli anni '60, e lo tenne nascosto (sopra c'è un'immagine reale della regina in quell'epoca).

Il Guardian discute un libro su Blunt di Miranda Carter. Descrive il background di Blunt. Figlio del cappellano dell'ambasciata britannica a Parigi, aveva avuto una carriera scolastica esemplare, vincendo una borsa di studio in matematica al Trinity College di Cambridge, prima di diventare direttore del Courtauld Institute, geometra della Queen's Pictures, cavaliere del regno, grande conoscitore dell'arte francese del Seicento, in particolare Poussin.

Era un autore e intellettuale, scrivendo un libro intitolato Teoria artistica in Italia, 1450-1600, ma alcuni lo consideravano un presuntuoso, secondo The Guardian. Non è stato pubblicamente rivelato come spia fino al 1979, quando Margaret Thatcher ha rivelato che era stato tale.

Britney Spears Rolling Stone 2001

Daily Mail etichettato Blunt uno snob impetuoso che era il quarto uomo nel Cambridge Spy Ring che includeva Guy Burgess, Donald Maclean e Kim Philby (in seguito c'era un quinto membro). Il Daily Mail riporta che Blunt è morto quattro anni dopo essere stato esposto.

Blunt scrisse nelle sue memorie di essere stato influenzato da Burgess, secondo The Independent , che lo citava come scrittore, mi trovai così di fronte alla decisione più importante della mia vita. Avrei potuto aderire al Partito Comunista, ma Guy, che era una persona straordinariamente persuasiva, mi convinse che avrei potuto fare di più unendomi a lui nel suo lavoro. Quello che non mi rendevo conto in quel momento è che ero così ingenuo politicamente da non essere giustificato nell'impegnarmi in un'azione politica di questo tipo.

Secondo il Daily Mail , I legami familiari di Blunt con la famiglia reale provenivano da sua madre, Hilda, che era una cugina di secondo grado del padre della regina madre, il conte di Strathmore.

GettySua Maestà la Regina Elisabetta Regina Madre.

È vero, riporta il Daily Mail, che l'MI5 ha affrontato Blunt nel 1964 e ha confessato di essere una spia del KGB. Tuttavia, la pubblicazione riporta che pochi sono stati ammessi al segreto al di fuori della regina Elisabetta II. Anche sua madre è stata tenuta all'oscuro. Invece, gli è stata concessa l'immunità dall'accusa e avrebbe dovuto dire all'MI5 tutto ciò che sapeva sulle operazioni dei sovietici in cambio. La comprensione che non sarebbe stato rivelato pubblicamente è durata per 15 anni.

Nel 2009 sono state pubblicate le memorie di Blunt. Secondo il New York Times , ha descritto come ha iniziato a spiare per i sovietici negli anni '30 e lo ha definito il più grande errore della mia vita. Fu attivamente coinvolto nello spionaggio, dando anche ai russi i nomi di persone che lavoravano segretamente per la Gran Bretagna.

Blunt ha detto nelle sue memorie di essere stato tutore al Trinity College quando è stato reclutato dall'NKVD, che in seguito divenne il KGB. Ha spiegato che Cambridge era piena di simpatizzanti marxisti alimentati dall'ascesa di Adolf Hitler e dalla guerra civile spagnola.

Nel libro di memorie, ha descritto come l'atmosfera a Cambridge fosse così intensa, l'entusiasmo per qualsiasi attività antifascista fosse così grande.

La regina Elisabetta II partecipa a uno spettacolo alla RADA (Royal Academy of Dramatic Art), per celebrare il Giubileo di diamante della scuola di recitazione (60° anniversario), Londra, Regno Unito, novembre 1964.

Quando la Thatcher ha rivelato di essere una spia, è stato finalmente licenziato come Surveyor of the Queen's Pictures, che il Times descrive come una posizione di cura della collezione d'arte della famiglia reale. Fu anche rimosso dal suo cavalierato. Il Times riporta che Blunt era conosciuto principalmente come un esperto di Nicolas Poussin.

Dopo la seconda guerra mondiale, scrisse che le sue convinzioni cambiarono. Ma non voleva farsi avanti da solo perché era fedele ad altre spie britanniche per la Russia. Secondo il Times, tre degli altri membri della banda di Cambridge hanno disertato in Russia.
Secondo la BBC , quando è stato catturato, Blunt ha scritto nelle sue memorie che ha dato all'MI5 tutte le informazioni che avevo sulle attività russe.