Causa della morte di Roy Hargrove: come è morto il trombettista jazz?

Getty

Il trombettista jazz due volte vincitore di un Grammy, Roy Hargrove, è morto all'età di 49 anni.



Secondo il manager di lunga data Larry Clothier, la causa della morte di Hargrove è stata l'arresto cardiaco. Rapporti NPR che Hargrove era stato recentemente ricoverato in ospedale per motivi legati alla funzionalità renale ed era in dialisi da diversi anni.



& zwnj;

Nato e cresciuto a Waco, in Texas, Hargrove è stato scoperto da Wynton Marsalis mentre era al liceo. Ha frequentato brevemente il Berklee College of Music di Boston prima di trasferirsi alla New School di New York. Lì, ha pubblicato la sua prima registrazione con il sassofonista Bobby Watson.



Hargrove ha pubblicato il suo primo album da solista nel 1990 attraverso l'etichetta Novus/RCA. L'album si intitolava Diamante grezzo . Dopo la sua uscita, il trombettista è stato incaricato dalla Lincoln Center Jazz Orchestra di scrivere The Love Suite: In Mogano , che ha debuttato nel 1993.

Il primo Grammy di Hargrove è stato per l'album L'Avana con i Crisol, una band afrocubana da lui fondata. Il suo Grammy del 2002, per il miglior album strumentale jazz, lo ha premiato Indicazioni in musica: Live at Massey Hall , insieme a Herbie Hancock e Michael Brecker.

Nel corso della sua carriera, si è esibito con una serie di figure importanti nel mondo del jazz, tra cui Sonny Rollins, Herbie Hancock, Jamie McLean, Oscar Peterson e altri. Ha anche contribuito ad album di artisti come Erykah Badu e Common. Nel 2014 ha unito le forze con D'Angelo per esibirsi in Messia nero .



Hargrove ha parlato delle sue ispirazioni in un'intervista del 2007 con Tutto sul Jazz . Ha chiamato John Hicks, James Williams e Bobby Watson come importanti influenze nella sua vita. Alla domanda su come crede di aver assorbito le sue influenze, ha detto: John Hicks mi ha influenzato con il suo concetto armonico. Usa molti accordi maggiori. All'epoca in cui mi sono messo in contatto con lui, stava suonando melodie con un forte suono undicesimo acuto. Questo è uno dei miei suoni preferiti. Così ho iniziato a scrivere un sacco di brani con quel suono. James Williams ha un approccio molto profondo alla scrittura. Questo è qualcosa che ho preso un po' da lui... Naturalmente, Charlie Parker influenza la mia scrittura. Aveva un sacco di cose ritmiche e armoniche in corso. E molti dei suoi brani erano come pezzi dei suoi assoli. Aveva alcune frasi che avrebbe sviluppato. Una delle cose più alla moda delle melodie di Bird è che alla fine della melodia riprende dall'inizio. [Canta la testa alla deriva su una canna] Si gira su se stessa e continua ad andare avanti! È davvero pesante per me, mi piace molto.

Hargrove doveva esibirsi domenica in un servizio jazz a Newark, nel New Jersey. Ha continuato a suonare la tromba e ad esibirsi dal vivo fino alla sua morte.