Business Angel e imprenditori, otto punti chiave per l'accordo Business Angel e imprenditori, otto punti chiave per l'accordo
15 Mar

Business Angel e imprenditori, otto punti chiave per l'accordo

Di  Equinvest
(0 Voti)

Cosa si aspettano imprenditori e Business Angel quando vogliono stringere un accordo? Ecco alcuni suggerimenti per non farsi cogliere impreparati.

Business Angel cercano startup o imprese innovative per investire e lanciarsi nell’avventura dell’equity crowdfunding. Così come gli imprenditori necessitano dell’opportunità giusta per poter avviare e sviluppare la propria azienda. Quali sono quindi i punti chiave di incontro tra questi due mondi? Ecco gli otto scelti da Martin Zwilling, blogger, Business Angel e CEO della società di consulenza per imprenditori Startup Professional.

  • Partecipazioni azionarie, non (solo) una causa

Per definizione, i Business Angel investono i propri soldi per poter ottenere una percentuale dell’attività scelta. Ognuno di loro ha i requisiti patrimoniali e di professionalità adatti per ridurre i rischi anche per gli imprenditori. Si mira innanzitutto al profitto e un founder ne deve essere consapevole.

  • Competenze, non esclusivamente soldi

I Business Angel possono essere, o essere stati, anche imprenditori. Questo fa sì che  abbiano voglia di investire non solo i soldi, ma anche le proprie competenze, e di seguire personalmente il team. Lavorando con tutti fianco a fianco.

  • Investimenti limitati

L’entità dell’investimento conta: se la cifra è molto alta, se supera una certa soglia, per la startup è meglio rivolgersi a un venture capital. E per il Business Angel è meglio investire altrove.

  • Un team forte o una grande idea?

Un gruppo che riesce a lavorare bene insieme e può contare su molti punti di forza è sicuramente un ottimo biglietto da visita. E gli Angel Investor prediligono questo aspetto.

  • Il pitch e il business plan sono fondamentali

Se gli investitori si rivolgono a parenti e amici per ottenere fondi, possono anche non armarsi di business plan. Ma per un Business Angel avere un buon piano è fondamentale.

  • Le proiezioni finanziarie per il futuro devono essere realistiche

Non bisogna esagerare, ma neanche sottovalutarsi. Numeri ragionevoli possono attrarre investimenti.

  • Evitare business richiosi o 'discutibili'

Ci sono alcuni settori che gli Angel Investor solitamente evitano, come ad esempio i siti di scommesse, il lavoro da casa, il telemarketing.

  • I progetti allo stadio embroniale non attirano investitori

Un prototipo funzionante, un piano ben fatto, clienti reali: ecco cosa convince un Business Angel. Passione, integrità e perseveranza sono quelle qualità dell’imprenditore che vengono apprezzati da chi decide di scommettere sulla sua impresa. Ma soprattutto è il rispetto ciò che non deve mai mancare tra uomini d’affari, sottolinea Zwilling.

Letto 668 volte Ultima modifica il Mercoledì, 15 March 2017 08:52
Devi effettuare il login per inviare commenti

Equinvest S.r.l.

  • Piazza del Popolo 3, Roma
  • Tel: +39 02 92853972
  • Fax: +39 06 92943542
  • ti.tsevniuqe@enoizerid
  • P.IVA 12917981008
  • Capitale sociale
  • € 1.056.982,55 i.v.

Social