La famiglia di Matteo Messina Denaro: 5 fatti veloci che devi sapere

FacebookPatrizia (left) and Matteo Messina Denaro (right)

Matteo Messina Denaro è profilato sulla nuova serie di Netflix, I più ricercati al mondo , come uno dei latitanti e criminali ricercati più famosi al mondo. Uno degli episodi della docu-serie True Crime si concentra sul boss mafioso italiano di 58 anni Denaro , il cui nome significa denaro in italiano.



Denaro è ampiamente ritenuto il capo di tutti i boss in seguito agli arresti e alle morti di altri capi mafiosi siciliani ed è latitante da oltre 25 anni, dal giugno 1993. Nonostante le autorità tengano la rete attorno a molte figure chiave della criminalità italiana organizzazione, Denaro è riuscito a sfuggire alla prigionia e si crede che si nasconda nella provincia di Trapani, in Sicilia, dove ha molti alleati.



Dal momento che ha vissuto la maggior parte della sua vita da fuggitivo senza avvistamenti noti in oltre 25 anni, molte cose sulla sua vita sono oscure, con solo alcune informazioni disponibili attraverso informatori o arresti di collaboratori.

Ecco cosa devi sapere sulla famiglia di Matteo Messina Denaro:




1. Denaro è nato a Castelvetrano in una famigerata famiglia e anche suo padre era un boss mafioso

Il capo della mafia è nato il 26 aprile 1962 a Castelvetrano, una città nel nord-ovest della Sicilia, in Italia. È un comune di poco più di 30.000 abitanti situato in provincia di Trapani. Denaro è considerato uno dei più ricercati al mondo e compare su Europol's sito web ricercato per i suoi legami mafiosi, omicidi, furti e per il trasporto e l'utilizzo di esplosivi a fini di sterminio e distruzione di massa.

Tuttavia, non è il primo della sua famiglia ad essere associato alla mafia italiana, poiché la famiglia Denaro è una famigerata famiglia criminale siciliana e anche suo padre era un boss mafioso. Secondo la Federazione americana degli scienziati Centro open source , Denaro’s father was the late Francesco Messina Denaro, known as Don Ciccio. Don Ciccio was the Trapani mafia boss and closely allied to notorious mafia leaders Salvatore Toto Riina and Bernardo Provenzano.

Suo padre fu dapprima guardia armata di una ricca famiglia della provincia di Trapani prima di diventare sovrintendente di Riina. Al momento della morte del padre, avvenuta il 30 novembre 1998, Denaro era capofamiglia a Castelvetrano e capo commissione mafia in tutta Trapani, ruoli che Denaro ricoprì successivamente. Un articolo di cronaca italiana ha scritto che Francesco è stato trovato morto sul letto di un fiume circa 48 ore dopo l'arresto di suo figlio, il fratello di Denaro Salvatore. Era anche latitante da oltre 8 anni al momento della sua morte per cause naturali, un infarto. Ogni anno, nell'anniversario della morte di Francesco, viene pubblicato un necrologio pubblicato sul quotidiano siciliano Giornale di Sicilia firmato dai suoi cari, un duro ricordo della presenza di Denaro.




2. Ha una sorella, Patrizia, che è stata arrestata nel 2013 per i suoi legami con l'organizzazione

FacebookMatteo Messina Denaro

Nella stessa operazione che ha portato all'arresto della sorella di Denaro, le autorità sono riuscite a catturare anche il nipote e due cugini, Reuters segnalato . Le autorità sono state fortunate quando hanno scoperto che uno dei cugini di Denaro, Lorenzo Cimarosa, era interessato a condividere le informazioni. Cimarosa è titolare di un'impresa edile e... detto alle autorità che molti nella sua famiglia erano stanchi dello stile di vita e della segretezza.

Io e la mia famiglia siamo stanchi degli arresti, delle condanne e dei sequestri di beni che subiamo per Matteo Messina Denaro, che pensa solo a se stesso, ha detto. Ha condiviso informazioni sulle società di proprietà di Denaro e sul ruolo che Patrizia ha svolto nell'organizzazione, smistando la corrispondenza da e verso Denaro.

Sebbene le condizioni mediche esatte di Denaro non siano chiare, è stato riferito dall'Open Source Center che Denaro soffre di una grave miopia o di una malattia della retina e ha cercato un trattamento sotto falso nome in una clinica a Barcellona, ​​in Spagna, sia nel 1994 che nel 1996 mentre era in nascondersi. C'è qualche speculazione nel metà che ora possa essere cieco da un occhio.