Il padre di JonBenet Ramsey: parla il papà John Bennett Ramsey

GettyLa tomba di JonBenet Ramsey viene mostrata il 16 agosto 2006 a Marietta, in Georgia.

Stasera A&E rilancia lo speciale 2016 L'uccisione di JonBenet: parla suo padre. Nello speciale, John Bennett Ramsey rilascia un'intervista sull'omicidio di sua figlia, incluse nuove prove del DNA.

Secondo il sinossi per lo speciale , Un'intervista con John Ramsey sull'omicidio di sua figlia, con dettagli del caso mai visti prima, un'intervista del 1998 con il fratello maggiore di JonBenet e nuove prove del DNA che suggeriscono che l'assassino potrebbe essere stato un membro della famiglia.



JonBenet Ramsey è morto più di 20 anni fa quando lei aveva 6 anni. La regina del concorso era trovato strangolato a morte nel seminterrato della casa dei suoi genitori a Boulder, in Colorado, il 26 dicembre 1996.


Il padre di JonBenet ha parlato nello speciale A&E

Nell'intervista nel documentario, John Ramsey ha parlato del dolore si sono sentiti quando la loro figlia è stata trovata.

La morte sarebbe stata un gradito sollievo dal dolore e dall'agonia che provavo, disse.

un coniglio ha visto nove elefanti

All'epoca, il capo del dipartimento di polizia di Boulder, Greg Testa, disse che stavano ancora esaminando il caso e che non faceva freddo. Il fascicolo del caso, infatti, contiene oltre 1.500 elementi di prova e 20.000 suggerimenti e indizi. Hanno intervistato oltre 1.000 persone in 18 stati.

Non ci siamo arresi e non ci arrenderemo, ha detto. Rimaniamo concentrati su questa indagine e sul trovare giustizia per JonBenet.


Ramsey ha detto di non aver ucciso JonBenet

Nel 2000 in un'intervista con Barbara Walters, Ramsey ha mantenuto la sua innocenza nel caso, anche se in precedenza era stato sospettato.

Signor Ramsey, hai ucciso JonBenét?, ABC News' Barbara Walters chiese il padre della ragazza nel 2000.

No, non l'ho fatto, disse a Walters.

Signora Ramsey, hai ucciso tua figlia?, il corrispondente ha poi chiesto alla madre di JonBenét, Patsy Ramsey.

No, non ho ucciso mia figlia, ha risposto.

Quasi 12 anni dopo l'omicidio, le autorità di Boulder hanno affermato di aver scagionato la famiglia e si sono scusate per i loro sospetti. Patsy è morta prima di quell'esonero.

John Ramsey, tuttavia, si occupa ancora delle ramificazioni della morte di sua figlia.

Teniamo le tende chiuse. Le nostre porte e finestre sono chiuse, spiega nel nuovo documentario. Andare ovunque è una grande operazione organizzata e pianificata. Riceviamo persone che si presentano alla porta affermando di avere informazioni che possono essere utili nel caso.


Ramsey ha detto che pensava che la morte di sua figlia fosse colpa sua

Dopo le riprese dello speciale televisivo, Ramsey ha parlato con Dylan Howard , produttore esecutivo di L'uccisione di JonBenet: gli ultimi sospetti. Tuttavia, non è apparso nel podcast, quindi tutto ciò che si sa sulla conversazione è venuto da Howard.

Howard ha detto che Ramsey gli ha detto di aver appena venduto la sua attività a una nuova società che gli ha dato milioni.

Quindi qualcuno potrebbe essere stato geloso del suo successo, ha detto Howard. Mi ha detto: 'Vivo ogni giorno sapendo che mia figlia è stata uccisa, probabilmente a causa mia', e questo mi ha spezzato il cuore.

Nel 2019, il 55enne Gary Oliva ha ammesso di aver ucciso Ramsey, ma gli investigatori lo hanno escluso perché il suo DNA non corrisponde a quello trovato sulla scena. La polizia di Boulder ha rilasciato una dichiarazione in cui afferma di essere a conoscenza e di aver indagato sul potenziale coinvolgimento del signor Oliva in questo caso.