I fan di Whiteboard Magic di Coach Spoelstra riscaldano le fiamme

  Erik Spoelstra Guerrieri del Calore

Getty L'allenatore dei Miami Heat Erik Spoelstra guarda durante una partita contro i Golden State Warriors.

Le buone squadre vincono le partite in trasferta: è un adagio vecchio come il tempo nei circoli sportivi, soprattutto perché è vero. Ma il Miami Heat , che ha concluso a pochi punti da un NBA Le finali della scorsa stagione hanno praticamente fatto il contrario finora in questa stagione.



Entrando nell'incontro in trasferta di domenica con Trae Young e gli Atlanta Hawks, l'equipaggio di South Beach aveva registrato un doloroso record di 1-7 al di fuori degli accoglienti confini della FTX Arena. Lungo la strada, hanno accumulato solo 104,6 punti per 100 possedimenti come squadra su strada, il terzo peggior punteggio in tutto il campionato.



E mentre hanno segnato solo 106 nell'ATL, un fronte difensivo soffocante, una gemma tutto tranne che segnare da Tyler Herro e Bam Adebayo, Caleb Martin e Dewayne Dedmon (!!) che si sono battuti per 65 punti in soli 39 tentativi di tiro hanno contribuito a spianare la strada strada per la vittoria su strada n. 2 e la loro prima vittoria del genere in più di un mese.

Sulla scia della grande W, Martin ha rivelato che le tattiche motivazionali pre-partita dell'allenatore Erik Spoelstra hanno giocato un ruolo importante nel far andare su di giri se stesso e i suoi compagni di squadra e impegnarsi a raddrizzare la nave.



location sposate a prima vista

Heat Ottieni il Whiteboard Bump ad Atlanta

Durante la sua disponibilità sui media post-partita, Martin - che è stato in lacrime nelle ultime otto partite, con una media di 15,5 PPG, 6,3 RPG e 1,5 SPG su divisioni di tiro 55/47/82 - ha accreditato uno sforzo costante per l'inversione delle fortune su strada di domenica.

a che ora apre Aldi oggi?

'Penso che abbiamo appena [giocato] due metà complete, per la maggior parte', ha detto Martin a Bally Sports Sun dopo la gara. “Ovviamente, abbiamo avuto qualche slittamento nel primo tempo. Ma penso che, nel complesso, questo sia probabilmente... in termini di due metà messe insieme, il nostro miglior gioco finora'.

Oltre a come si sono esibiti lui e molti dei suoi compagni di squadra, tuttavia, Martin ha chiarito che anche l'allenatore Spo ha svolto un ruolo importante nel far fluire i loro succhi competitivi.

'L'allenatore ce lo ha fatto sapere - l'ha messo sul tabellone ... 1-7, di cui non mi ero nemmeno reso conto', ha detto Martin. “So che stavamo lottando sulla strada, ma solo metterlo in prospettiva per noi, vederlo sul tabellone, è piuttosto disgustoso per noi. Per vedere quanto siamo bravi come squadra e che siamo 1-7 in trasferta... e non solo che abbiamo perso in trasferta, ma come abbiamo perso in trasferta; sono stati tutti giochi vincibili.

Con tutto ciò che gli girava per la testa, Martin e soci non avevano intenzione di lasciarsene sfuggire un altro.

'Penso che ci siamo appena assicurati di essere entrati con migliori intenzioni e abbiamo provato a giocare una partita completa e completa oggi con due tempi'.

Jeff Schroeder e Jordan Lloyd

Il calore ha decifrato il codice di Trae Young?

Young potrebbe essere uno dei migliori marcatori dell'Associazione in questa stagione in termini di PPG grezzo, ma gli Heat sono riusciti a tenerlo sotto controllo domenica. Il due volte All-Star ha segnato 22 punti - sei sotto la sua media stagionale - contro Miami mentre tirava solo 4 su 16 dal pavimento e 1 su 8 dalla profondità.

Ha contribuito in altri modi, perdendo 14 centesimi e conquistando cinque board, ma l'abilità degli Heat di portarlo completamente fuori dal suo gioco ha giocato un ruolo importante nella vittoria.

Si scopre che questa non è una novità per l'equipaggio di Coach Spo: