Greg Omdahl, il cognato di Phil Hartman: 5 fatti veloci che devi sapere

Screengrab tramite ABC NewsGreg Omdahl dice che sua sorella ha avuto un problema con la cocaina per anni prima che uccidesse suo marito.

Greg Omdahl è il cognato di Phil Hartman e di Brynn Hartman fratello. Omdahl è molto presente nel documentario ABC sulla morte di Phil Hartman per mano di sua moglie nel maggio 1998 trasmessa il 19 settembre 2019.

Omdahl, è cresciuto con sua sorella, nata Vicki Jo Omdahl, a Thief River Falls, Minnesota, insieme alle loro altre sorelle, Katherine e Debbie e ai loro genitori Donald e Constance Omdahl. Nel documentario della ABC, Omdahl ha detto di sua sorella: È sempre stata l'istigatrice del divertimento. Omdahl ha anche descritto la loro educazione come idilliaca.



Ecco cosa devi sapere:


1. Omdahl dice che sua sorella 'si faceva troppa cocaina'

Omdahl, che ora vive a Fargo, nel North Dakota, dice nel documentario ABC che sua sorella aveva un problema con la cocaina. Ha fatto troppa cocaina.

All'epoca in cui Brynn Hartman sparò e uccise Hartman, era ubriaca e aveva preso cocaina. Il comico Jon Lovitz ha accusato il collega comico Andy Dick di aver reintrodotto Brynn nella cocaina. Dick ha disse che non era a conoscenza dei problemi di dipendenza di Brynn.


2. Omdahl dice che sua sorella era una 'grande madre'

Getty

Omdahl dice di sua sorella in il documentario, Quando ho guardato i vecchi video amatoriali di Brynn e Phil e dei loro figli, ho davvero portato a casa che genitori amorevoli erano... e che madre fantastica era. Un amico di sua sorella, Joel Diamond, conferma questa affermazione dicendo che Brynn era la mamma migliore; era meravigliosa.


3. Omdahl ha fatto causa allo psichiatra infantile della famiglia Hartman Arthur Sorosky dopo aver presumibilmente dato a Brynn Hartman Zoloft

Sulla scia della morte di Hartman e di sua sorella, Omdahl ha intentato una causa contro lo psichiatra infantile della famiglia Hartman, Arthur Zorosky. Omdahl ha affermato che lo psichiatra aveva somministrato a Brynn Hartman Zoloft, un potente antidepressivo. Omdahl ha detto nel ABC News documentario che sua sorella si era spesso lamentata di soffrire di ansia.

Omdahl ha anche citato in giudizio il produttore di Zoloft, Pfizer. Quella causa è stata risolta nel 1999. Di conseguenza, i figli di Hartman hanno ricevuto un regolamento in contanti. Omdahl ha affermato che sia Pfizer che Zorosky non avevano chiarito al pubblico i potenziali effetti collaterali suicidi di Zoloft. Omdahl è stato rappresentato nel caso dall'avvocato Karen Barth.

Lo riporta il Los Angeles Times che Omdahl è stato nominato esecutore testamentario della famiglia Hartman nel 1998. L'articolo del Times dice che Omdahl era anche il fiduciario della famiglia. Le ceneri di Phil Hartman furono sparse nell'isola di Catalina mentre gli ultimi desideri di Brynn Hartman non furono resi pubblici.


4. Omdahl è un agente assicurativo che ama la pesca e la sua famiglia

1975 MINNESOTA Vicki Omdahl (foto piccola al centro) nell'annuario della Lincoln Senior High School del 1975, Thief River Falls, Minnesota.

Secondo un profilo sul sito Web di Bell Bank, Omdahl è un agente assicurativo autorizzato. Sul suo profilo, Omdahl dice che gli piace pescare e passare il tempo con le sue due figlie. Sopra la sua pagina LinkedIn, Omdahl afferma di essere anche il vicepresidente della sua compagnia di assicurazioni, la Warner and Company. Omdahl si è laureato alla Lincoln High School e alla North Dakota State University. Sulla sua pagina Facebook, Omdahl afferma di essere divorziato.


5. Omdahl ha parlato con sua sorella la notte dell'omicidio-suicidio

GettyPhil Hartman (a destra) e Arnold Schwarzenegger recitano in Jingle All the Way.

Nel 1998, Omdahl ha detto al San Francisco Chronicle che aveva parlato con sua sorella la notte in cui aveva ucciso suo marito e si era tolta la vita. Omdahl ha detto, le ho parlato ieri sera, pensavo che andasse tutto bene. Era preoccupata per come stavo. Nello stesso articolo, Omdahl ha affermato che la famiglia di sua sorella era dovuta a una riunione di famiglia nel giugno 1998, un mese dopo l'omicidio-suicidio. A queste affermazioni ha fatto eco Fred Slater, il direttore del ristorante dove Brynn Hartman era stata vista la notte del 28 maggio, in un rapporto separato.