Donovan Mitchell chiamato fuori da Darius Garland dopo che i Cavaliers hanno perso l'apertura contro i Knicks

  Donovan Mitchell Cleveland Cavaliers

Getty Donovan Mitchell dei Cleveland Cavaliers.

Sabato sera non è stata proprio la salva di apertura che il Cleveland Cavalieri sperato nella prima partita dei playoff della Eastern Conference al primo turno contro il New York Knicks . Cleveland è stata tenuta a 97 punti, solo l'ottava volta in questa stagione il nono miglior attacco del campionato è stato limitato a meno di 100 punti durante tutto l'anno. Jalen Brunson è stato magnifico per New York, chiudendo con 27 punti nella vittoria per 101-97.



Oltre la metà dei punti totali della squadra proveniva da due fonti: Donovan Mitchell (38) e Dario Ghirlanda (17). L'unico altro Cavalier a finire con un punteggio a doppia cifra è stato Jarrett Allen (14).



Mitchell e Garland si sono uniti per formare uno dei tandem di difesa più potenti della lega. E dopo la partita, Garland è andato a verbale per spiegare l'importanza di Mitchell sabato sera.

'Donovan è davvero bravo' disse Ghirlanda dopo la partita, secondo la pagina YouTube ufficiale dei Cavaliers. “Abbiamo bisogno di tutta la serie e oltre. Voglio dire, è davvero bello per lui solo vedere una coppia passare attraverso e scaldarsi così quando abbiamo bisogno di lui. È stata una bella sensazione per tutti noi, anche per lui, e per tutti nell'edificio vedere una coppia passare da lui, riportare l'energia nell'edificio. E sul lato difensivo, penso che sia stato fantastico. Tanta fatica.”



Mentre le luci dei playoff potrebbero aver brillato un po 'troppo per Evan Mobley e Isaac Okoro, il vero colpevole sabato è stata la panchina di Cleveland.


JB Bickerstaff chiama la panchina dei Cavs dopo la sconfitta dei Knicks

I Cavaliers hanno tolto dalla panchina solo quattro giocatori sabato contro il New York: Riky Rubio , Cedi Osman, Dean Wade e Caris LeVert. Il quartetto si è combinato per soli 14 punti per la partita, la norma in quella che è stata una stagione deludente per i giocatori di ruolo dei Cavs.

Allenatore JB Bickerstaff non è rimasto impressionato dalla prestazione della sua panchina contro i Knicks nell'apertura casalinga.



'Voglio dire, ovviamente il nostro banco deve darci una scintilla, dobbiamo trovare un modo per fabbricare dei secchi', disse Bickerstaff . “Sai, come creiamo l'uno per l'altro e in che modo la nostra panchina supporta il nostro cast iniziale? Torneremo indietro e daremo un'occhiata, sai, ma a un certo punto, devi trovare un modo per mettere semplicemente la palla nel canestro e ho pensato, voglio dire, quell'unità ha faticato Là. Pensavo che Cedi fosse davvero bravo, ci ha dato una bella carica e poi sai, alla fine non puoi rinunciare a 17 rimbalzi offensivi.

La situazione peggiora. Josh Hart , che ha giocato da eroe per i Knicks nel finale contro i Cavs, ha superato l'intera panchina dei Cavs 17-14. Per essere chiari, sabato Hart non ha rotto la formazione titolare dei Knicks.


JB Bickerstaff definisce la sconfitta dei Knicks una 'lezione'

Nonostante la deludente uscita dalla panchina e da Mobley e Okoro, Bickerstaff si è affrettato a ricordare ai giornalisti che la squadra è ancora verde.

'I nostri ragazzi stanno imparando', ha detto Bickerstaff dopo la sconfitta. “Giochiamo un sacco di ragazzi per un sacco di minuti che stanno imparando di cosa tratta il basket nei playoff. Ne abbiamo parlato. Devi sperimentarlo per capirlo. Questa è stata una lezione. L'abbiamo sperimentato e dobbiamo riprenderci e correggere le cose che possiamo correggere, che penso ce ne fossero molte.

Calcola il primo vero assaggio di gloria post-stagionale della squadra. Ma ora senza vantaggio sul campo di casa, i Cavs ora affrontano un test ancora più duro contro un avversario della regular season che è andato 3-1 contro la squadra del lago Erie.