'Caro Evan Hansen' Andrew Barth Feldman parla del gioco e dell'essere un adolescente [INTERVISTA]

Nathan JohnsonAndrew Barth Feldman interpreterà Evan Hansen, a partire da gennaio 2019.

Andrew Barth Feldman, un sedicente idiota di teatro di 16 anni di Long Island, New York, farà il suo debutto a Broadway stasera nel ruolo del protagonista del musical vincitore del Tony Award Caro Evan Hansen . Prima di essere scelto come Evan, il ragazzo del liceo ha vinto la migliore interpretazione di un attore ai Jimmy Awards 2018 (The National High School Musical Theatre Awards).

Prima della grande serata di Andrew, abbiamo avuto la possibilità di parlare con lui al telefono. Abbiamo appreso che il suo personaggio Disney preferito è Stitch, i suoi ruoli di Broadway sbagliati da sogno sarebbero Audrey 2 in La piccola bottega degli orrori , Collins in Affitto , e Mae Peterson in Ciao ciao uccellino , e che la sua canzone preferita da cantare nello show è For Forever.



È stato anche sincero sullo spettacolo, sulla sua educazione, sulla sua famiglia e sui suoi amici e su come sta imparando a bilanciare tutto:

HEAVY: Ti sei esercitato con il tuo autografo di Playbill?
Io ho. L'ho capito. Sto attaccando con le iniziali. Sarà bello... anche la mia calligrafia è terribile, quindi fare il mio intero nome sarebbe un disastro.

Hai pensato a come trascorrerai la tua giornata libera?
Quando non ho lezioni, mi siedo qui e guardo molta TV, credo. Probabilmente. E non parlare.

Come sono cambiati i social media per te: la tua presenza sui social media e il modo in cui interagisci con le persone?
Sono sempre stato un nerd del teatro e quindi seguo le persone di teatro sui social media e da lì sono sempre stato in grado di pensare a come voglio che sia la mia presenza. E finora il mio obiettivo sui social media è stato quello di essere il più autentico e trasparente possibile su chi sono, restare adolescente e avere quel tipo di presenza sui social media. E finora è stato davvero divertente.

Visualizza questo post su Instagram

?: @nathanjohnsonny Nel febbraio 2017, Waving Through A Window è stato pubblicato prima del resto dell'album del cast. Non sapevo nulla di Dear Evan Hansen, ma ho ascoltato quella canzone a ripetizione, mostrandola a persone che non l'avevano sentita, discutendola con persone che l'avevano sentita. Sono andato al mio primo incontro di Project Broadway pochi giorni dopo e ho detto a @marctumminelli, spero che questo spettacolo fallisca in modo che io possa cantare questa canzone in ogni audizione, a cui ha risposto, vuoi che abbia successo in modo che tu possa essere in esso. Ho visto lo spettacolo con @mbtink53 in anteprima poco dopo ed ero in uno stato di shock. La mia famiglia mi ha chiesto com'era, e ho detto solo che non voglio parlarne. Lo spettacolo, il personaggio, mi ha colpito in un luogo molto reale e molto importante. Avevo una nuova determinazione. Ho messo Evan in cima alla lista dei ruoli dei miei sogni. Evan era qualcosa dentro di me che dovevo ripescare, così ho iniziato a pescare. Poi sono arrivati ​​i Jimmy Awards. Avevo nuovi strumenti e nuova fiducia in me stesso. Non sapevo esattamente cosa ne sarebbe uscito fuori, ma era esattamente la riaffermazione di cui avevo bisogno in quel momento della mia vita. Ho ricevuto l'e-mail che volevano che facessi l'audizione. Questo è quello che stavi aspettando, mi sono detto. Ci hai pensato molto e hai capito cosa fare. Solo che non l'avevo fatto. Il mio Evan a quel punto non era altro che contrazioni inventate e angoscia. Ho fatto un passo indietro e mi sono ricordato di quello che ho imparato dai Jimmy. Avevo bisogno di fidarmi di me stesso, delle parole e del fatto che Evan fosse da qualche parte dentro di me. Improvvisamente, Evan non era un concetto intangibile. Evan era una parte di me. Non sto dicendo che ho capito completamente Evan in nessun mondo. Sto aprendo un nuovo guscio ogni giorno, realizzando qualcosa su di lui che non avevo già fatto, e questo anche prima che iniziassimo davvero le prove. Ma non è un'analisi del copione, è più come incontrare me stesso per la prima volta. Questo è il mio più grande sogno singolare. Sto facendo il mio debutto a Broadway come il mio ruolo da sogno più sbarazzino all'età di 16 anni. Questa è una frase da sogno e questa è una vita da sogno. Grazie a chiunque abbia mai riposto fiducia in me per fare qualcosa. Sai chi sei e mi hai portato qui. #SaraiTrovato

Un post condiviso da Andrew Barth Feldman (@andrewbfeldman_) il 12 novembre 2018 alle 7:12 PST

Hai avuto qualcuno davvero interessante sui social media?
Quasi l'intero cast di Occhio strano ha contattato su Instagram, che è così bello. L'unico che non l'ha fatto è Jonathan Van Nees, il che – questo mi ucciderebbe.

Com'è stato gestire questa carriera professionale davvero fiorente, debuttando a Broadway in questo ruolo incredibile, pur mantenendo la tua vita da sedicenne?
Per quanto riguarda la mia vita sociale da sedicenne, mi sono sempre circondato di gente di teatro, la maggior parte delle quali erano più grandi di me... Non ho smesso di circondarmi di cretini di teatro, solo ora sono Broadway imbecilli del teatro. E ovviamente sono ancora in contatto con tutti i miei amici che ho conosciuto negli ultimi anni e li vedo il più possibile. E in termini di tutoraggio e bilanciamento tra scuola e teatro... a volte facevo 4 o 5 spettacoli alla volta in diversi teatri della comunità, quindi ho sempre dovuto bilanciare i miei voti e il teatro, quindi questo non sarà diverso.

Hai detto che Evan Hansen era uno dei tuoi principali obiettivi professionali: hai pensato a cosa avresti voluto fare dopo?
Il sogno sarebbe quello di originare qualcosa. Le due cose che volevo fare a Broadway erano interpretare Evan Hansen e creare un ruolo in un nuovo musical davvero bello. Mi piacerebbe tanto che quello fosse il prossimo passo, insieme al college.

Hai ricevuto qualche consiglio da Ben Platt o da qualcuno degli altri Evans?
Sì, sono tutti così meravigliosi. E Ben Platt – siamo usciti e abbiamo parlato, ed è una tale meraviglia di essere umano ed è così adorabile. Lo sono davvero tutti, Taylor e [Ben Levi] Ross, che sono in tour. Non mi hanno dato consigli se non gliel'ho chiesto io, perché non vogliono imporre la mia esperienza, ma assolutamente ho chiesto loro un consiglio. E mi hanno dato principalmente consigli su come mantenere la mia salute e come farlo, dal punto di vista della resistenza... È molto, molto utile avere persone così gentili che lasciano le scarpe che andrò a riempire.

Visualizza questo post su Instagram

Ho due settimane prima del mio primo spettacolo. Non ho mai lavorato così duramente e non vedo l'ora che tutti voi vedano il risultato. Per ora, però, c'è questo DAVVERO FANTASTICO ARTICOLO DEL NEW YORK TIMES?? È stato molto divertente parlare con Michael Paulson e scattare queste foto. Sentiti libero di dare un'occhiata! Il link è nella mia storia e nella mia biografia. Sta arrivando. È una cosa reale. È tutto molto strano e molto folle e molto divertente e molto, molto, molto gratificante. Ragazzi, ci vediamo il 30.

Un post condiviso da Andrew Barth Feldman (@andrewbfeldman_) il 16 gennaio 2019 alle 5:34 PST

Quando farai il tuo debutto, chi sarà per te tra il pubblico?
Il nuovo numero che mia madre mi ha dato è che oltre 500 persone che conosco nella mia vita hanno comprato i biglietti... Quindi più o meno la metà del pubblico sarà chiunque abbia mai incontrato in tutta la mia vita.

Fare il tuo debutto a Broadway in così giovane età, quali pensi siano i vantaggi e le sfide che ne derivano?
Debuttando in questo ruolo, in particolare, ed essendo più o meno all'età di Evan, non devo interpretare un adolescente, non devo fingere di essere un adolescente, sono un adolescente. Quindi è più facile per me e più facile per gli occhi del pubblico. C'è un po' meno sospensione dell'incredulità, ed è un po' più reale. E si spera, idealmente, che sia più difficile vedere un vero adolescente passare attraverso quello che passa Evan. Ma allo stesso modo, è difficile fare quello che sto facendo in questo ruolo in così giovane età perché non ho mai fatto niente del genere, quindi sto anche imparando i dettagli di Broadway e le usanze mentre Sto cercando di assumere questo ruolo.

Cosa hanno detto i tuoi genitori quando hai detto loro che avevi prenotato questa parte?
Sono così eccitati. Mia madre sta praticamente assumendo un altro lavoro con tutto questo... ma è un tale soldato e la persona più straordinaria. Quindi, stanno navigando, ma sono entrambi così eccitati per me.

Visualizza questo post su Instagram

Tra tre settimane da oggi, io e i miei amici faremo delle cose pazze. Zneefrock Productions, per chi non lo sapesse, è una società che ho fondato cinque anni fa per raccogliere fondi per @nextforautismo. Quest'anno siamo stati così fortunati ad esplodere con una base di fan con la nostra produzione di Be More Chill. Sono così orgoglioso di dire che abbiamo già raccolto oltre 3.600 dollari. Non solo, ma questo cast di circa 30 adolescenti è semplicemente straordinario. Il lavoro che hanno messo in questo spettacolo mi sorprende ogni singolo giorno. Non vedo l'ora che il mondo lo veda. 27 luglio. Segui @zneefrockproductions e vai su zneefrockproductions.com per biglietti e maggiori informazioni. Ti prometto che non vorrai perderti questo. #zpchill

Un post condiviso da Andrew Barth Feldman (@andrewbfeldman_) il 6 luglio 2018 alle 15:22 PDT

Qual è qualcosa che vuoi davvero che la gente sappia di te, oltre al fatto che sei un sedicenne che fa il suo debutto a Broadway?
Penso che la mia cosa preferita di cui parlare sia la mia compagnia teatrale Zneefrock Productions, che ho fondato quando avevo 12 anni. Negli ultimi 5 anni, credo, abbiamo raccolto fondi per NEXT for Autism, e questo significa davvero molto per me. Negli ultimi anni ho riunito i miei amici più intimi e talentuosi per mettere su questi spettacoli davvero fantastici. L'estate scorsa abbiamo messo su Be More Chill e abbiamo raccolto più di 9.000 dollari, sono venute più di 600 persone e abbiamo avuto questo cast enorme e questo spettacolo incredibile ed è stata davvero la cosa più significativa che ho avuto modo di fare negli ultimi anni. Siamo in pausa, ma sicuramente non abbiamo finito... e sono entusiasta di andare avanti ora, conoscendo nuove cose sul business e come navigare tra produzione e regia, ecc.


Guarda Andrew Barth Feldman nel ruolo di Evan Hansen in Caro Evan Hansen a Broadway, a partire dal 30 gennaio.