Burt Reynolds odiava essere in 'Boogie Nights'

Burt Reynolds odiava davvero uno dei suoi ruoli più famosi. Nel 1997, Reynolds è apparso nel film di Paul Thomas Anderson Notti Boogie nel ruolo del regista porno Jack Horner. Il film ha presentato Reynolds a un pubblico completamente nuovo e ha consegnato la solitaria nomination all'Oscar della leggendaria star. Reynolds avrebbe continuato a perdere contro Robin Williams, che ha vinto per Buona Volontà Caccia . Reynolds ha avuto più fortuna ai Golden Globe Awards, portando a casa il trofeo del miglior attore non protagonista. Nonostante il plauso, Reynolds odiava il film. La star del cinema, Mark Wahlberg, disse una volta in un colloquio che Reynolds avrebbe vinto un Academy Award se non si fosse scavato una buca del genere.

Ecco cosa devi sapere:




1. La storia di Reynolds sull'aver visto o meno il film è cambiata nel corso degli anni

in an colloquio con Conan O'Brien nel marzo 2018, Reynolds ha confermato di aver rifiutato il ruolo sette volte. Reynolds ha detto: Semplicemente non era il mio genere di film. Reynolds era d'accordo con O'Brien nel dire che l'argomento dell'industria del porno metteva l'attore molto a disagio. Quando il film fu finito, Reynolds disse che voleva colpire Paul Thomas Anderson perché ad Anderson non piaceva. Reynolds ha anche detto di non aver mai visto il film. Per la cronaca, Reynolds chiamato Liberazione il miglior film in cui sia mai stato durante un'intervista del 2012. In quella stessa intervista, Reynolds ha detto che non era vero che non gli piaceva Notti Boogie . Ha definito il lavoro molto credibile e il film straordinario. Reynolds ha aggiunto di essere molto entusiasta di essere nominato all'Oscar per il suo film. Anche se ha ribadito la sua antipatia per Paul Thomas Anderson.




2. Reynolds e il regista Paul Thomas Anderson sono quasi venuti alle mani in più di un'occasione durante le riprese

Una caratteristica del dicembre 2014 sul film, che è stata pubblicata da Granlandia, si riferiva a Reynolds come irritabile sul set. Il primo assistente alla regia John Wildermuth ha detto nel film: Burt era così frustrato che ha tirato fuori Paul nel cortile sul retro e ha iniziato a urlargli contro, come un padre, capisci? Tu fottuto ragazzino punk, non dirmi cosa fare. Lasci che tutti gli altri attori facciano riprese gratuite e non me ne lasci fare nessuna. Paul rimase lì e lo prese dentro e poi discusse con lui. E quando tornarono in casa, Paul aveva il suo sorrisetto furbo sul viso. L'attore Tom Lenk dice che gli sembrava che Reynolds stesse cercando di prendere a pugni in faccia il nostro regista.

Il produttore John Lyons ha continuato, ho dovuto tirare indietro il braccio di Burt quando è stato alzato. Ero nel mezzo di esso. Burt era pronto a picchiarlo e io ero tipo, Burt, Burt, no, no, non farlo, non farlo. E poi ho dovuto riportare Burt nella roulotte. E ho passato molto tempo nella roulotte di Burt. Molto. Amo Burt. Ho pensato che fosse incredibile. Era la vecchia Hollywood; c'erano molte persone su quel set che semplicemente non avevano il tempo o l'interesse.




3. Reynolds ha detto di 'amare' 'Affection for Film' di Paul Thomas Anderson

In un'intervista registrata sul set del film nel 1997, Reynolds ha affermato di essere rimasto molto colpito dall'altro lavoro di Paul Thomas Anderson e di amare l'affetto di Anderson per il cinema. Parlando del suo personaggio, Reynolds ha detto che Jack Horner stava accettando tutto. Reynolds ha continuato dicendo che non riusciva a trovare un centesimo di pregiudizio su nulla. È solo così che accetta tutti e tutti. Reynolds ha detto che il suo personaggio era molto generoso e un ottimo amico.

Getty

Reynolds ha detto il guardiano che ha rifiutato un ruolo nel film successivo di Anderson, Magnolia, dicendo, avevo fatto la mia foto con Paul Thomas Anderson, questo mi bastava. Quando gli è stato chiesto dell'argomento del film, Reynolds ha detto, non mi piacciono quelle persone, sento che devono affrontare un momento molto difficile perché hanno cercato di fare film legittimi e non saranno mai in grado di farlo. È triste, erano persone molto tristi e si sono presentate molte volte sul set. È una strada a senso unico, se percorri quella strada come attore, sei finito. Quello stesso mese, ha detto Reynolds GQ che lui e Anderson non andavano d'accordo, dal punto di vista della personalità. Reynolds ha aggiunto, penso principalmente perché era giovane e pieno di sé. Ogni ripresa che abbiamo fatto, era come la prima volta [quella ripresa era mai stata fatta]. Ricordo il primo scatto che abbiamo fatto in Boogie Nights, dove guido la macchina fino al Grauman's Theatre. Dopo che ha detto, non è fantastico? E ho nominato cinque foto che avevano lo stesso tipo di inquadratura. Non era originale. Ma se devi rubare, ruba ai migliori.




4. Reynolds ha battuto Bill Murray, Harvey Keitel e Warren Beatty per il ruolo di Jack Horner

Getty

come è morto il padre di Dolly Partons?

La direttrice del casting Christine Sheaks dice nel Grantland pezzo che tra quelli considerati per la parte di Jack Horner c'erano Bill Murray, Sydney Pollack, Warren Beatty, Albert Brooks e Harvey Keitel. Sheaks ha detto di Keitel, L'abbiamo offerto ad Harvey Keitel. Non riusciva a capire perché. Uno dei co-protagonisti di Reynolds, Luis Guzman, è citato nell'articolo dicendo: Penso che Burt fosse tipo, che cazzo stanno facendo queste persone? [Ma] è semplicemente andato con il flusso. Non aveva scelta. Mentre Thomas Jane diceva che tra una ripresa e l'altra, tutti gli altri attori si sedevano intorno a Reynolds, che sedeva su una grande sedia gonfia, e raccontava loro storie su Marlon Brando e James Dean. Janes ha continuato dicendo che a un certo punto ha avuto una rissa in piena regola con Reynolds. Quando quella storia è arrivata sui tabloid, è stato riportato come se Reynolds avesse litigato con Mark Wahlberg. Jane ha detto che Reynolds in seguito si è scusato con lui per il litigio con una bottiglia di champagne.


5. Il New York Times Review of Performance di Reynolds ha detto che è stato il suo 'migliore in molti anni'

Getty

Nella sua recensione di Notti Boogie , Janet Maslin del New York Times ha scritto che l'interpretazione di Reynolds è stata la sua migliore e più soavemente divertente in molti anni... dà al ruolo un vantaggio in più interpretando una figura spavalda e presuntuosa molto vicina all'osso. Critico di Newsweek, David Ansen ha detto Grantland questo, Reynolds pensava di essere in un film sporco e voleva uscire e non era felice.