Brittany Kaiser adesso: dov'è oggi e quanti anni ha?

Netflix

Brittany Kaiser è una figura centrale nel nuovo documentario di Netflix Il Grande Hack . Brittany Kaiser era una sorta di informatore all'interno di Cambridge Analytica e fornisce molti dei dettagli per il nuovo documentario di Netflix, incluso l'evidenziazione di alcuni momenti in cui pensava che Mark Zuckerberg non fosse completamente disponibile durante la sua testimonianza. Dov'è adesso e quanti anni ha?


Brittany Kaiser non si nasconde in Thailandia oggi

Change.org



Kaiser ha lanciato una petizione più di un anno fa su Change.org per dire a Facebook che i nostri dati sono di nostra proprietà. La petizione ha 155.719 firme.

Ecco cosa ha scritto Kaiser sulla petizione:

perché stasera non c'è scandalo?

Mark Zuckerberg, cambia le regole di Facebook e restituiscici il controllo sui nostri dati, sulle nostre risorse digitali, sulla nostra proprietà. #OwnYourData

Il social network Facebook di Mark Zuckerberg, insieme ad altre piattaforme digitali e aggregatori di big data, ricava miliardi da noi e dai nostri dati e non possono nemmeno tenerli al sicuro. Raccolgono informazioni su chi siamo, sulle nostre amicizie e su come vediamo il mondo. Scoprono cosa compriamo, cosa facciamo online, come viviamo la nostra vita offline. Quindi usano i nostri dati per venderci, dai prodotti farmaceutici alle campagne politiche. Ci rendiamo conto solo ora della brutta notizia: siamo il prodotto che stanno vendendo. I nostri dati sono stati esposti senza il nostro reale consenso.

Queste aziende ci stanno fregando tutti? Se sì, deve continuare in questo modo? Credo che se agiamo insieme, possiamo cambiare il modello di business a beneficio delle persone a livello globale. Iscriviti e condividi subito la petizione #OwnYourData, e riprendiamoci i nostri diritti.

Conosco intimamente questo argomento perché lavoravo per Cambridge Analytica, la società di dati che si occupa di elezioni e campagne pubblicitarie commerciali. Ora sto fischiando l'intero settore. Il problema inizia con le piattaforme tecnologiche della Silicon Valley, che tracciano ogni nostro movimento e ci rendono facili da prendere di mira.

È tempo per noi di possedere i nostri dati. Questo è un diritto umano. Dovremmo essere in grado di decidere liberamente come vengono utilizzati i nostri dati (e come non lo sono); impedire a chiunque di utilizzarlo per cercare di manipolarci; portalo con noi se lasciamo la piattaforma; E per essere pagati per il valore generato dai nostri dati.

Per decentralizzare il potere e guidare la responsabilità, chiediamo che Facebook aggiorni i suoi termini di servizio e conceda a tutti i suoi utenti questi dati semplici e fondamentali e diritti di proprietà immediatamente.

Facebook è già in crisi. Il prezzo delle loro azioni è sceso di quasi 100 miliardi di dollari. Aumentiamo la pressione e facciamo in modo che ciò accada mentre abbiamo lo slancio.

Il futuro è nostro. Io sono il futuro, tu? Iscriviti ora e condividi ampiamente.

Oltre a questa petizione, Kaiser partecipa anche a una serie di conferenze. Dal 5 al 7 maggio 2020, ad esempio, parteciperà alla Social Media Week a New York City. Lo scorso anno per la Social Media Week , ha condotto una sessione chiamata Own Your Data il 2 maggio 2019.

phil hartman causa della morte

Kaiser dice che non è una sostenitrice della privacy, Settimana dei social media condivisa , ma è una sostenitrice della trasparenza e della proprietà dei nostri dati. Preferisce la sicurezza dei dati alla privacy. La privacy è una tattica allarmista che presume che le persone abusino dei tuoi dati, ha detto.