'The 100' Stagione 6 Episodio 6: Cosa significa Memento Mori?

Il CW

L'ultimo episodio di il 100 si chiamava Memento Mori. Cosa significa esattamente questo titolo? Questo post conterrà importanti spoiler per l'ultimo episodio di il 100, Stagione 6 Episodio 6.

Memento Mori è un sostantivo che significa che un oggetto funge da avvertimento o promemoria della morte. Un esempio di questo potrebbe essere un teschio.



Questo è chiaramente legato al Santi Primes , che hanno tutti trovato un modo per diventare eterni e vivere per sempre. Josephine sta convincendo Murphy a lavorare dalla sua parte con la promessa che anche lui sarà in grado di caricare la sua mente sul mind drive e vivere per sempre. (È in discussione se Murphy stia davvero lavorando con Josephine o semplicemente interpretandola fino a quando non capiranno come liberare Clarke.)

In effetti, l'idea della morte e se sia davvero inevitabile o meno ha permeato l'intero episodio. C'era la scena in cui Josephine convinse Abby a insegnare ai Prime come creare più Sanguenero in modo che la mente di Kane potesse essere caricata su un disco e potesse avere la possibilità di vivere oltre il suo corpo.

Poi c'è stato il momento in cui Bellamy e il resto dell'equipaggio hanno dovuto accettare il fatto che Clarke fosse morta. Hanno dovuto rinunciare all'idea della vendetta in modo che il resto del gruppo potesse avere una possibilità di vivere.

Ma Madi non sta avendo nulla di questo accordo. È decisa a vendicarsi con l'aiuto del Comandante Oscuro ed è sulla buona strada per diventare una nuova Wanheda. Vuole uccidere i Primes, ricordando loro alla fine che anche loro possono ancora morire.

In effetti, questa idea che i Primes non sono esenti dall'inevitabilità della morte è stata dimostrata quando Josephine ha cancellato le pulsioni dei suoi nemici Primes. Anche se hanno trovato una chiave per l'immortalità, non è la vera immortalità. Anche loro possono ancora morire e tutti loro un giorno lo faranno. Josephine si comporta come se fosse immortale, ma può anche essere uccisa.

E proprio come viene spinta l'inevitabilità della morte, viene anche messa in discussione. Si presume che Clarke sia morta, ma abbiamo scoperto che in realtà è ancora viva ma intrappolata nella mente di Josephine. Quindi la morte non è così inevitabile come potrebbe sembrare.

È interessante notare che un Memento Mori tradizionale è un teschio. Nella stanza dei Primes, vediamo molti scheletri dei Primes originali, un promemoria costante che alla fine tutti moriranno, e questo include gli immortali Primes.

Quindi sì, Memento Mori è stato un tema che ha permeato questo episodio, sia nella sua incapacità di essere veramente negato e nell'ultima battaglia di Clarke contro la morte.

Se vuoi rimanere aggiornato sugli spettacoli di fantascienza e fantasy di cui l'autore sta scrivendo, unisciti alla mailing list dell'autore per saperne di più.